GOLD: FIN CHE SI RESTA SOTTO 1780/1860 DOLLARI, NESSUNA POSSIBILITA’ DI RIPRENDERE CAMMINO RIALZISTA

Dopo una lunga fase bullish, che ha portato l’oro a segnare nuovi top storici in area 2050/2100 nell’estate 2020, è iniziata una lunga fase correttiva, che fino a fine 2020 ha mantenuto praticamente intatte le possibilità di riprendere il cammino bullish.

Con l’inizio del 2021 però è la situazione è andata deteriorandosi gradualmente sempre più, con il cedimento del fondamentale TREND CHANNEL DI MEDIO TERMINE – che ne aveva sorretto perfettamente il cammino impulsivo al rialzo, anche durante il tonfo di marzo 2020 -avvenuto a nel corso di questo mese. 

Fin quando si resterà sotto 1780/1860 dollari la situazione di fondo vedrà vendere ogni rimbalzo dell’oro in direzione di tale area.

Sostegno intermedio, già testato peraltro, è posto sui 1650/1675, che fin quando reggerà alle pressioni dei venditori non porterà ulteriori accelerazioni al ribasso. Solo sotto questa area infatti i prezzi avranno necessità di approfondire ulteriormente la dinamica correttiva, con possibilità di andare verso 1430/1520, fondamentale TREND CHANNEL DI LUNGO TERMINE, area che aveva fatto da tappo dal 2013 al 2019, e che una volta violata al rialzo aveva innescato il deciso rally che ha portato poi sui 2050/2100 dollari.

Post recenti