JUVENTUS: SITUAZIONE NEGATIVA NEL MEDIO TERMINE. AREA CHIAVE DI LUNGO TERMINE POSTA SUI 0,47/0,55 EURO.

Dopo una lunghissima fase positiva, iniziata con molta gradualità nel 2013 in area 0,18/0,2 euro,  e poi fattasi esponenziale nel 2016 alla violazione della fondamentale area di 0,25/0,3 euro, Juventus ha visto i prezzi arrivare fino a 1,5-1,7 euro, sempre inserita in un chiaro trend rialzista fino al 2018/2019.

Da quel momento è iniziata una lunga fase distributiva sui prezzi, sempre con il tappo degli 1,5/1,7 euro a contenere ogni pressione al rialzo, ma con le oscillazioni e la volatilità che sono andate via via comprimendosi sempre più. Poi da fine 2019 la situazione è andata gradualmente sempre più deteriorandosi, fino al vero e proprio tracollo avvenuto con tutto il mercato a febbraio/marzo, complice il cedimento del TREND CHANNEL DI MEDIO TERMINE.

Il vero e proprio “tuffo in caduta verticale” in poche settimane ha portato subito i prezzi a lambire quella che per i nostri modelli è un area assolutamente fondamentale nel lungo termine, ossia 0,47/0,55, da cui si è vista subito una reazione rabbiosa e impulsiva, fermatasi guardacaso  proprio sotto il TREND CHANNEL DI MEDIO TERMINE a 1-1,1 euro.

Da li Juventus ha di nuovo gradualmente deteriorato il quadro tecnico con il passare delle settimane: si conferma dunque lo scenario negativo, con le possibilità in deciso aumento con il passare delle settimane di un ritorno verso 0,47-0,55 (sostegni intermedi si trovano a 0,66/0,67).

Post recenti