LA SITUAZIONE DI MEDIO LUNGO TERMINE SUL BITCOIN

Mancano oramai meno di tre mesi per toccare esattamente i 3 anni da quando Bitcoin segnò i suoi massimi storici poco sotto i 20.000 dollari nel lontano 18 dicembre 2017. 

Il re delle cripto ci ha spesso abituato, nel corso della sua oramai più che decennale onorata “carriera”, ad alternare periodi di forte recrudescenza rialzista a lunghe fasi di consolidamento/smaltimento degli eccessi di medio lungo termine. E, come tutte le altre volte, anche stavolta la dinamica correttiva si è sempre regolarmente arrestata sul TREND CHANNEL DI MEDIO LUNGO TERMINE, che ne accompagna le evoluzioni sin da quando è arrivato sui mercati – primo test a dicembre 2018, secondo fugacissimo test lo scorso marzo in pieno panico da pandemia covid19!!!

 

Questa volta però, a differenza di tutte le altre volte, si stanno allungando notevolmente i tempi di ripartenza del bull market di lungo termine, che solitamente sono stati di 18/25 mesi: oggi siamo già a 33 mesi, e sebbene i livelli di supporto non siano mai stati messi in discussione (anzi, ad ogni test si è avuto sempre una reazione decisa), non si può non constatare che area 12000/14000 dollari, la resistenza chiave in grado di far riprendere la corsa verso nuovi massimi storici, continua a reggere imperterrita!!!

Certo, fin che i prezzi restano sopra 8800/9300 dollari non vi sono motivi per allertarsi più di tanto. Hold and wait!!!

Però sicuramente va sottolineata questa divergenza con il passato in merito ai tempi di riattivazione della corsa rialzista. 

Post recenti