SUL CRUDE OIL NUOVO IMPULSO RIBASSISTA IN ATTO. ATTENZIONE A NON PERDERE 34,65-35,25 USD!!!

Dopo il violentissimo recupero  partito dai bottom di aprile a 6,5-10 dollari (con eccessi davvero mai visti nella storia del petrolio sulle scadenze più veloci) , CRUDE OIL è arrivato già a inizio giugno a pullbackare i livelli chiave di medio lungo termine posti nell’ampia area 40,5-45 usd. 

Da allora i movimenti si sono sempre più congestionati, con i prezzi che hanno ridotto sempre più strenuamente le oscillazioni giornaliere, segno evidente che si stava preparando un nuovo exploit di volatilità – come  avevamo anticipato anche sul nostro canale Telegram ad agosto.

Il cedimento del TREND CHANNEL DI BREVE TERMINE, che ne aveva accompagnato in maniera decisa il recupero, è stato il primo segnale in tal senso a inizio settembre, seguito da un deciso pullback dei livelli persi, e dopo una fase veloce di congestione, in questi giorni è partito un nuovo violento impulso ribassista, che ha già riportato i prezzi verso i 37 dollari (meno 10%)

Attenzione all’area 34,65-35,25, in close weekly: fin quando questa reggerà non vi saranno rischi di nuovi avvitamenti al ribasso e i rimbalzi potranno sempre arrivare (senza però grandi spazi di upside fin quando tc di breve  termine resterà negativo).

Sotto questi livelli invece la situazione potrebbe farsi di nuovo rovente!!!

Per finire, notare come i titoli del settore petrolifero hanno in qualche modo anticipato la nuova debolezza del petrolio (cosi come ad aprile avevano scontato per tempo il violento recupero).

Post recenti